Il GUADAGNO in gelateria

A quanto ammonta il guadagno in gelateria? Come si può migliorare? Gli indicatori economici sono la sintesi numerica dell’andamento complessivo del business. Conoscere questi numeri è il primo passo per prendere decisioni consapevoli in un’ottica di miglioramento. La gestione di una gelateria è un’attività molto più complessa del semplice “fare il gelato”. Ogni attività, piccola o grande che sia, dovrebbe stabilire dei KPI (Key Performance Indicator, oppure in italiano “indicatori di prestazione”) come metrica di misurazione delle performance rispetto agli obiettivi prefissati.

Le caratteristiche dei KPI

I KPI devono essere innanzitutto misurabili; una volta definito il periodo (ora, giorno, settimana, mese, anno) sarà necessario raccogliere il dato per un’analisi dettagliata. Altra caratteristica è il contesto pratico, al fine di permettere ad ogni componente del team di misurare con facilità le proprie performance e definire delle soluzioni per migliorare la prestazione. Tutti i KPI devono avere delle scadenze temporali, in modo che la misurazione delle prestazioni venga monitorata nel tempo e i dati raccolti possano servire per elaborare delle strategie adeguate.

Vuoi integrare anche tu le tecniche avanzate che ti consentono di il tuo Business?

Quanti KPI monitorare?

Non esiste un numero esatto di KPI da monitorare; ognuno identifica quelli che ritiene più utile da tenere sotto controllo, in modo da avere a colpo d’occhio l’andamento delle vendite e le scelte di acquisto da parte dei clienti. Le aziende più attente arrivano a sorvegliare anche 10 o più KPI, anche se spesso ne bastano 4-5 ad identificare le prestazioni di un determinato punto vendita.

Quali sono I KPI ai quali prestare maggiore attenzione?

Il dato del traffico, ossia il numero di persone che entrano all’interno dell’attività, che si può rilevare installando all’entrata un semplice sensore conta-persone. E’ ovvio che aumentare il traffico in gelateria è un fattore chiave per la crescita del business. Per un maggiore afflusso di clientela, a parità di altri fattori, è fondamentale una buona ubicazione. Ma anche il valore della concorrenza sulla piazza, la tradizione e la notorietà del brand. E poi le attività di marketing proposte e i programmi di fidelizzazione efficaci che rendono piacevole e conveniente tornare ad acquistare dalla stessa gelateria.

Il numero degli scontrini, rilevabile automaticamente a fine giornata dal gestionale di cassa, che fornisce il dato totale delle transazioni effettuate. Di fatto misura anche il volume di lavoro dell’attività e la produttività del personale di vendita, oltre all’efficacia della disposizione dei materiali promozionali che invogliano il cliente all’acquisto.

Successivamente si può calcolare il tasso di conversione del traffico delle persone entrate in gelateria in clienti paganti effettivi con la semplice formula n° scontrini / n° persone x 100. Il tasso di conversione non è un indicatore precisissimo a causa di possibili errori (come l’emissione di doppi scontrini ad un singolo cliente oppure il caso di uno scontrino cumulativo di più persone) ma in ogni caso resta un dato molto utile per capire per esempio se il personale di vendita è riuscito a smaltire e soddisfare le persone entrate all’interno del locale.

Tracciare le vendite

Un KPI fondamentale è il dato delle vendite, ossia il totale degli incassi ricavati dai soldi sborsati dai clienti per l’acquisto dei prodotti e servizi offerti dalla gelateria.

E’ il dato principale che testimonia le dimensioni reali del business e la forza dell’attività nel mercato nella quale compete. Un indice di efficacia molto utile è anche il dato delle vendite per metro quadrato che si calcola con la semplice formula Vendite / Mq superficie di vendita. In sostanza testimonia quanto si è capaci di far fruttare la risorsa dello spazio commerciale per ogni metro quadrato.

Da tenere sotto controllo poi è il valore dello scontrino medio, altro indicatore basilare. Si calcola mettendo in rapporto vendite e numero scontrini con la formula Vendite / n° scontrini ed in sostanza testimonia quanto mediamente un cliente è disposto a pagare per acquistare in una determinata gelateria.

Come analizzare i dati ( KPI a confronto)

Una volta in possesso dei KPI principali è necessario confrontare questi dati. Solo attraverso il confronto sarà possibile valutare se gli affari vanno bene o male, sono in linea con quanto previsto oppure sono necessarie delle correzioni alla strategia. Di solito i parametri di confronto più utilizzati sono: rispetto al pari periodo dell’anno precedente, rispetto ai risultati di punti vendita con caratteristiche simili, rispetto al budget previsionale, ossia agli obiettivi prefissati.

Vuoi integrare anche tu le tecniche avanzate che ti consentono di il tuo Business?

L’articolo ti è piaciuto? Lascia pure un commento e/o condividilo sui social!

Contattami liberamente se hai domande in merito all’articolo o per illustrarmi le difficoltà maggiori che trovi nel gestire la tua gelateria; sarò felice di rispondere!

Puoi scrivermi all’indirizzo email giacomo@gelatocoaching.it

Giacomo Tonelli | Business Coach

Aiuto i GELATIERI ITALIANI a migliorare il proprio Business:

Giacomo Tonelli - Business Coach

Giacomo Tonelli - Business Coach

Giacomo Tonelli, Business Coach specializzato nel settore delle Gelaterie Artigianali.

Oggi la mia attività lavorativa consiste nell’aiutare i Gelatieri a crescere con il loro business e fare “il salto di qualità“ da artigiani gelatieri a Imprenditori.

Possiedo un’esperienza di oltre 20 anni nel campo delle Vendite e del Marketing, trascorsi sempre nel meraviglioso settore delle gelaterie artigianali.

Leggi di più su di me

Scopri le risorse a tua disposizione e dove possiamo incontrarci​

Categorie Gestione

Lascia un commento

Restiamo in Contatto!

Iscriviti alla Newsletter e unisciti ai 2.458  gelatieri-imprenditori che ogni settimana ricevono soluzioni pratiche e consigli preziosi.