Un metodo (che funziona) per raggiungere gli obiettivi

Raggiungere i propri obiettivi è difficile; paradossalmente, è difficile anche quando (almeno sulla carta) dovrebbe essere facile. Spesso quello che manca si riassume in una parola: azione.

Quante volte hai sentito parlare dell’importanza di agire, di tradurre in fatti concreti i progetti e i buoni propositi? Idee che sulla carta sembrano semplici da realizzare, persino banali da fare, la maggioranza delle volte finiscono per restare inapplicate.

Probabilmente una delle difficoltà maggiori che anche tu trovi nel tuo lavoro è proprio accorciare la distanza tra ciò che vorresti fare (dai tuoi progetti, dalle tue idee, dai tuoi sogni…) e quello che invece riesci a fare in realtà.

Ed è proprio di questo che voglio parlarti oggi: di un metodo che ti aiuterà a portare a termine i tanti progetti che hai per la tua gelateria (o per la tua vita in generale!), ad applicare davvero le nozioni imparate, a rendere raggiungibili traguardi sempre più ambiziosi.

Pensare è facile, agire è difficile.  (J.W. Goethe)

La motivazione è importante, ma non basta

Di solito, quando un progetto viene abbandonato c’è sempre qualcuno che tira in ballo la motivazione. Non fraintendermi: la motivazione è ovviamente fondamentale, ma non basta.

Ad esempio, penso a tutti i gelatieri che incontro a giro per l’Italia, fra consulenze e corsi. Ne vedo moltissimi che sono pienamente motivati, con buone idee e pieni di entusiasmo, pronti ad avviare progetti interessanti per il loro business.

Però sono solo pochi, in generale, quelli che riescono effettivamente ad implementare anche i progetti più ambiziosi o ad applicare tutto ciò che hanno imparato. La maggior parte di loro spesso ha bisogno di qualcosa in più: di un aiuto esterno, ad esempio, oppure (come ti spiegherò in questo articolo) di UN METODO.

Altrimenti dopo poco si perdono. Sanno cosa dovrebbero fare, sanno che hanno appreso nuove tecniche che potrebbero portare loro ottimi risultati, ma per qualche motivo non riescono a tradurre tutto questo in pratica. Mille difficoltà impreviste sembrano impedire la messa a regime dei nuovi sistemi.

Come quando tutto sembra complottare per impedirci di andare in palestra, per quanto razionalmente possiamo essere convinti della sua importanza per la nostra salute e dei benefici che ne riceveremmo.

Perché incontriamo, come esseri umani, questa fatica a tradurre in realtà i nostri progetti (che si parli di una dieta o di un nuovo business)?

Io credo che sia un mix di diversi fattori:

  • C’è, sicuramente, un’innata resistenza al cambiamento: di questo aspetto specifico, però, ti parlerò in uno dei prossimi articoli.
  • C’è probabilmente un problema di mindset, cioè un atteggiamento generale non corretto. Uno psicologo parlerebbe, probabilmente, di tendenza all’autosabotaggio.
  • C’è, però, anche una mancanza di metodo: ed è proprio su questo aspetto che voglio concentrarmi in questo articolo.

Applicare il giusto metodo per organizzare e raggiungere gli obiettivi ha un impatto straordinario.

Quello che ti spiegherò nel prossimo paragrafo nasce sia dai miei studi che dalla mia esperienza; applicarlo ti sarà di grande aiuto fin da subito ma, soprattutto, vedrai i suoi benefici a lungo termine. Continuando a utilizzarlo nel tempo infatti riuscirai anche a migliorare il tuo mindset, a produrre pensieri più positivi e più produttivi.

Vuoi integrare anche tu le tecniche avanzate che ti consentono di il tuo Business?

La potenza del pensiero positivo

Tutti abbiamo giorni in cui riusciamo a fare una quantità di cose sorprendenti. In altri, invece, ci sembra di non avanzare di un centimetro, anzi di tornare indietro. E non riusciamo a capire il perché.

In queste “giornate no” finiamo spesso per scoraggiarci. Entriamo in una specie di circolo vizioso in cui ci applichiamo sempre meno, convinti che in fondo non valga la pena, che in fin dei conti i nostri sogni siano irraggiungibili, che i nostri progetti siano troppo complessi per noi… e allora perché fare fatica?

Che sia un pensiero cosciente o (più spesso) incosciente, è questo il tipo di molla che scatta nella nostra testa: “non ne vale la pena, non ce la farò mai. Impegnarsi non serve. E quindi non lo faccio”.
Dobbiamo quindi trovare un grimaldello che scardini questo circolo vizioso. Un modo per restare invece ancorati al nostro obiettivo.

Chi volesse approfondire questi meccanismi dal punto di vista psicologico, troverà una vasta letteratura su come il pensiero (positivo o negativo) modella la realtà e determina ciò che ci succede. Su Internet un ottimo riferimento è il blog efficacemente.it di Andrea Giuliodori, e ti segnalo con piacere un articolo interessante proprio sul “Pensiero positivo”.

Se vogliamo restare invece nel nostro campo, ovvero nel business della gelateria artigianale, per prima cosa non ti servono altri approfondimenti: ti serve una soluzione al problema.

Il metodo dei micro-obiettivi: chiari e raggiungibili

Chiediti perché il tuo progetto, a cui razionalmente hai deciso di dedicarti e che sai essere valido, a livello inconscio incontra invece questi blocchi.

Quello che ho notato io, in tanti anni di esperienza come coach e formatore, è che spesso il limite sta nel guardare ai nostri progetti da lontano, in modo generico e poco definito.
È proprio lì il problema: quando pensiamo a un risultato finale che magari ci piace moltissimo, anzi ci piacerebbe moltissimo, ma lo percepiamo lontano, troppo lontano, irraggiungibile (almeno a livello istintivo).

E allora ci fermiamo, senza combinare niente e anzi cadendo nello sconforto per il non essere riusciti a inseguire quel sogno. Magari dando la colpa a qualche fattore esterno…

Ti ci rivedi? In realtà, tutti ci rivediamo in questa descrizione, nessuno (o quasi) escluso. È il funzionamento della nostra mente. Ecco perché dobbiamo scardinare questo meccanismo cominciando a pensare per micro-obiettivi che siano chiari e raggiungibili.

Funziona così in tutti i campi:

  • Correre la maratona di New York è un sogno importante per tanti appassionati, ma chi arriva a farlo non è partito da zero. Con molta, moltissima pazienza, si è dato dei traguardi intermedi: quello dei 10 km, dei 15 km, e così via…
  • Tornare in forma è un obiettivo di tanti. Ma nessuno decide di perdere 18 kg tutti insieme, senza fissare degli obiettivi intermedi. Di solito si stabiliscono degli obiettivi mensili, a step, così da avvicinarsi un poco alla volta al risultato finale.

Gli obiettivi intermedi ti permettono di avere una serie di piccoli traguardi che, messi insieme, saranno fondamentali per il successo di qualsiasi grande impresa. Sono come delle pietre miliari che segnano il percorso, e soprattutto ci aiutano a proseguire nella direzione giusta incoraggiandoci e motivandoci lungo la strada.

Questa semplice regola vale per ogni aspetto della tua vita e soprattutto vale per i progetti che vuoi realizzare nella tua attività di gelatiere e imprenditore.

Ogni volta che raggiungerai un micro-obiettivo, sarà un momento importante anche perché ti permetterà di rafforzare la tua motivazione.
A proposito, ricordati che in gelateria non sei da solo e che festeggiare i piccoli risultati è un ottimo modo per rinsaldare lo spirito di squadra e motivare i tuoi dipendenti. Ne ho parlato in un articolo che ti consiglio di leggere:
Festeggia le vittorie con il tuo team: anche questa è motivazione

Al lavoro!

Roma non è stata costruita in un singolo giorno, dice il proverbio. Neppure la tua impresa può raggiungere i suoi risultati in un’unica volta.

Fissa la tua la destinazione finale, il tuo obiettivo, ma accetta che possa essere ancora lontano, e nel frattempo inizia a stabilire una serie di micro-obiettivi molto più vicini.

A livello pratico, fai così:

  • Prendi carta e penna e scrivi in fondo alla pagina il tuo obiettivo finale.
  • Adesso inizia ad elencare tutte le attività che devi fare per raggiungerlo.
  • Guarda il foglio: adesso hai una specie di mappa che potrai seguire.
  • Uno alla volta i traguardi intermedi verranno raggiunti e alla fine arriverai anche all’obiettivo finale!

Probabilmente a mano a mano che riempirai il foglio ti verranno altre idee, correggerai qualcosa del tuo piano iniziale, capirai che alcuni step possono essere delegati… in altre parole fisserai un piano preciso, migliorandolo notevolmente.

Semplicemente riordinando i tuoi pensieri, insomma, ti ritroverai a pensare meglio.

Questo vale se stai pensando a un nuovo arredamento per il tuo locale, se vuoi investire in una campagna di marketing per riposizionarti, o effettuare un grosso cambiamento organizzativo nella produzione, o nella logistica…

Qualsiasi sia il progetto che hai nel cassetto, il mio consiglio è questo: provaci. Ti garantisco che l’efficacia di questo metodo, semplice e immediato, cambierà decisamente il tuo atteggiamento e il tuo punto di vista.

E quel sogno sarà già più vicino.

Vuoi integrare anche tu le tecniche avanzate che ti consentono di il tuo Business?

Categorie Gestione

Lascia un commento

Restiamo in Contatto!

Iscriviti alla Newsletter e unisciti ai 2.458  gelatieri-imprenditori che ogni settimana ricevono soluzioni pratiche e consigli preziosi.